Varroa

Quali sono i nemici delle api e come difendersi
Rispondi
Avatar utente
Giangi
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 6
Iscritto il: 24/10/2019, 11:16
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Lavoro

Varroa

Messaggio da Giangi » 24/10/2019, 22:58

Ciao a tutti vorrei chiedere una cosa ai più esperti questo anno nn ho potuto fare il trattamento anticarro a alla fine della smielatura x ora le api sembra stiano bene vorrei sapere cosa mi aspetta anche se sto per fare il trattamento invernale ?le temperature a oggi sono ancora alte grazie

Avatar utente
LucaRN
Ape ceraiola
Ape ceraiola
Messaggi: 378
Iscritto il: 28/10/2015, 1:30
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Rimini
Età: 33
Contatta:

Re: Varroa

Messaggio da LucaRN » 25/10/2019, 8:52

Ciao, dovresti intanto valutare il livello di infestazione per capire quanto è grave la situazione.

E poi valutare come muoverti in base al tipo di trattamenti che sei disposto ad utilizzare.
Pur'io vorrei la pace:
— diceva l'Ape a un Grillo —
ch'er lavoro tranquillo
me soddisfa e me piace.
Ma finché su la terra
parleranno de guerra
terrò sempre, a bon conto,
un pungijone pronto:
er pungijone mio
che m'ha arrotato Iddio.
- Trilussa

Avatar utente
Giangi
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 6
Iscritto il: 24/10/2019, 11:16
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Lavoro

Re: Varroa

Messaggio da Giangi » 25/10/2019, 12:07

Che trattamento mi consigli?mi anno detto che probabilmente moriranno dopo il primo raccolto

Avatar utente
BjHorn
Pupa
Pupa
Messaggi: 193
Iscritto il: 02/05/2015, 17:09
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Cilento

Re: Varroa

Messaggio da BjHorn » 25/10/2019, 12:34

Acido ossalico, gocciolato, gocciolato con glicerina o sublimato.
Il gocciolato è poco tollerato dalle api, per cui bisogna farne uno solo, ma se c'è ancora covata opercolata è inutile, per cui bisogna farlo solo se la regina è in blocco naturale, e tutta la covata sfarfallata per risultare efficiente.
Il gocciolato con la glicerina, al posto di acqua e zucchero, sembra sia più tollerato dalle api, e quindi si può ripetere la somministrazione per 3 o 4 volte (per coprire i canonici 21 giorni)
Il sublimato, anch'esso tollerato abbastanza, in presenza di covata andrebbe ripetuto, come sopra. Ma richiede un sublimatore.
Se invece la regina è andata in blocco naturale, e non c'è covata, si può fare un solo trattamento.

Avatar utente
old
Pupa
Pupa
Messaggi: 154
Iscritto il: 13/01/2017, 20:36
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby

Re: Varroa

Messaggio da old » 25/10/2019, 20:47

A tanti non piace, ma bisogna scegliere.
L'unica soluzione che può dare una speranza senza disturbare delle povere api già indebolite dalla varroa è l' Apivar (Amitraz).
Si mette ora e si toglie un pomeriggio tiepido di gennaio, quando ricominciano a volare.
Non fare una visita di controllo, non contare le varroe, oramai non serve a nulla.
In due minuti: si inseriscono le due strisce e si chiude fin dopo Natale. tollerato benissimo.

Avatar utente
Giangi
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 6
Iscritto il: 24/10/2019, 11:16
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Lavoro

Re: Varroa

Messaggio da Giangi » 25/10/2019, 22:56

E in quanto alla morte dopo il primo raccolto?spero propio di no

Avatar utente
LucaRN
Ape ceraiola
Ape ceraiola
Messaggi: 378
Iscritto il: 28/10/2015, 1:30
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Rimini
Età: 33
Contatta:

Re: Varroa

Messaggio da LucaRN » 26/10/2019, 0:32

Giangi il discorso è questo: il periodo di ripresa primaverile è un momento delicato per le api, se le fai entrare nel periodo invernale già in sofferenza di sicuro le chance di sopravvivenza si abbassano sensibilmente.
Detto questo è inutile piangere sul latte versato, l'importante è fare tesoro di questi errori per evitare di ripeterli.

Sono stato volutamente sul generico in merito ai trattamenti perché sapevo che ognuno avrebbe dato un consiglio diverso.

Old ad esempio da' per scontato che le api siano alla canna del gas (e se così fosse mi chiedo cosa andrebbero a risolvere a quel punto le strisce di amitraz?).

Concordo con lui però sul fatto che vadano fatte delle scelte, e per queste scelte hai il dovere di documentarti e capire quale tipo di apicoltura vuoi mettere in pratica.
Pur'io vorrei la pace:
— diceva l'Ape a un Grillo —
ch'er lavoro tranquillo
me soddisfa e me piace.
Ma finché su la terra
parleranno de guerra
terrò sempre, a bon conto,
un pungijone pronto:
er pungijone mio
che m'ha arrotato Iddio.
- Trilussa

Avatar utente
Giangi
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 6
Iscritto il: 24/10/2019, 11:16
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Lavoro

Re: Varroa

Messaggio da Giangi » 27/10/2019, 7:58

Grazie comunque x quel poco di esperienza che ho a vedere le cassette nn sono poi messe così male sono piene è abbastanza pesanti sembra che siano già in blocco di covata e ho già cominciato a nutrire con candito

Avatar utente
Giangi
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 6
Iscritto il: 24/10/2019, 11:16
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Lavoro

Re: Varroa

Messaggio da Giangi » 27/10/2019, 9:57

Comunque farò dell’ossalico sublimato

Avatar utente
Burian
Uovo
Uovo
Messaggi: 88
Iscritto il: 20/09/2017, 15:54
Sesso: Maschile
Apicoltore per: Hobby
Località: Prealpi Lombarde

Re: Varroa

Messaggio da Burian » 01/11/2019, 18:07

Ciao,
Se nutri con candito a novembre o sei in paranoia tu oppure le casse sono senza scorte, ma se dici che sono pesanti vuol dire che scorte ne hanno e allora perche dai il candito? Risparmia i soldi per un bel libro di apicoltura oppure un corso, ne vale la pena.
Vola solo chi osa farlo

Rispondi